Bengt Lindstrom - Retrospettiva al Museo Zorn

by Admin

Creato il 15/03/2020
Bengt Lindstrom - Retrospettiva al Museo Zorn

Bengt Lindström (1925-2008) è nato nel nord della Svezia. Ha trascorso gran parte della sua carriera a Parigi, dove si recò nel 1947 per imparare da artisti famosi come André Lhôte e Ferdinand Léger. Negli anni '60, dopo un periodo di ricerca artistica, alla fine trovò lo stile colorato e potente che divenne la sua firma e che nei decenni successivi portò a un grande successo. Negli anni '80 dipinge alcune delle sue opere più famose con motivi dell'antica mitologia nordica.

Nel 2019, l'organizzazione Friends of Zorn ha ricevuto un regalo da Curt Aspelin composto da 31 opere di Bengt Lindström. Donazione che comprende dipinti e disegni dell'intera carriera dell'artista. La mostra che il Museo Zorn organizza è una retrospettiva che copre l'intera carriera artistica di Bengt Lindström. Mostrando come l'arte di Lindström si sia evoluta da un dipinto cubista alla pittura colorata e potente che è diventata la sua firma.
 

Curiosità. Di tanto in tanto Lindstrom, visitava il suo amico e commerciante d'arte Curt Aspelin a Mora. Lindström amava molto Mora e sognava di sciare la Vasaloppet (famosa gara di sci di fondo). Per il 50 ° anniversario della gara del 1972, si offrì di donare un dipinto da utilizzare per diplomi e marketing. Il motivo era il re Gustav Vasa sugli sci, eseguito nel solito modo e stile dell'artista. Quando Mora-Nisse, una leggenda dello sci svedese, vide l'immagine esclamò: "Uno sciatore non è così brutto!" E così, l'offerta di Lindström è stata respinta. Tra le opere esposte c'è lo studio del dipinto rifiutato di Gustav Vasa.