Franco Angeli | Opere d'Arte Storiche in Vendita con Quotazioni e Prezzi

Angeli Franco

( Italy , 1935 - 1988 )
Vedi opere

Angeli Franco

( Italy , 1935 - 1988 )
Vedi opere

Franco Angeli | Opere d'Arte Storiche in Vendita con Quotazioni e Prezzi

Biografia, principali mostre e musei.


Cenni biografici

Franco Angeli nasce a Roma il 14 maggio 1935. 

Autodidatta, si accostò all'arte astratto-materica, sperimentando tecniche e materiali vari in una ricerca tesa a superare l'informale. Tra i principali artisti della Pop Art Italiana, fece parte della "Scuola di Piazza del Popolo" con Mario Schifano e Tano Festa.
Il suo iniziale approccio all'arte è fortemente influenzato e condizionato dall'amicizia nata con Alberto Burri. Angeli rimane profondamente affascinato dall’opera di quest’ultimo, tanto da riprenderne la matericità, realizza opere con pezzi di bende di cotone, nylon da cui emergono icone, immagini e simboli dai chiari riferimenti Romani, Nazisti e Fascisti, per poi dedicarsi alla fine degli anni sessanta al simbolismo iconico legato all'imperialismo americano.
Nei primi anni settanta Angeli, continuando la ricerca sul dato reale, apre la propria pittura alla serie di "Paesaggi".
Negli anni ottanta, Franco Angeli si dedica maggiormente alla figurazione: capitelli, piazze deserte e "marionette", quest'ultime interpretate come autoritratti. Iniziano, infatti, a comparire nei suoi paesaggi «gli aeroplanini, infantilmente gioiosi, che portano la morte nel Vietnam», che sembrano richiamare i bombardamenti della seconda guerra mondiale.Il tema della “marionetta”, frequente a partire dal 1984, è una sorta di autoritratto che sembra preludere alla fase finale della sua vita. 
Angeli, difatti, si spegnerà a Roma il 12 novembre 1988.


Principali esposizioni

Nel marzo 1959, con Tano Festa e Giuseppe Uncini, esordisce a Roma presso la Galleria La Salita di Gian Tomaso Liverani. Nell’autunno dello stesso anno compare insieme a Agostino Bonalumi, Jasper Johns, Yves Klein, Robert Rauschenberg e Mimmo Rotella sulla rivista «Azimuth», fondata da Piero Manzoni ed Enrico Castellani.
Inaugura la sua prima personale nel gennaio 1960, alla Galleria La Salita, con una serie di opere caratterizzate da veli di pittura ad olio e calze di nylon tese, ricoperte di garze, simili a ricordi e ad assenze che Vivaldi descrive come “lagrime delle cose. È l’anno in cui Pierre Restany presenta i cinque pittori romani Angeli, Festa, Lo Savio, Schifano e Uncini alla galleria La Salita. 
Nel 1962 partecipa alla mostra Nuove prospettive della pittura italiana presso la Galleria Comunale d’Arte Moderna di Bologna, dove presenta una serie di opere in cui iniziano a comparire le simbologie del potere, inizialmente svastiche, croci e mezzelune. 
Nel febbraio 1963 espone nella collettiva 13 pittoria Roma alla Galleria La Tartaruga di Plinio De Martiis con una poesia di Nanni Balestrini. A maggio è alla Galerie J di Parigi insieme a Christo, Conner, Kudo, Todd e Mauri nell’ambito della mostra L’Object Pressenti a cura di Pierre Restany. 
Per la personale alla Galleria dell’Ariete di Milano del gennaio 1964 Angeli utilizza simboli ideologici stereotipati, tratti dall'arredo urbano, sintetizzando il carattere retorico e celebrativo dei reperti di una Roma eterna e capitale: "I miei primi quadri sono la testimonianza del contatto quotidiano con la strada. Vidi i Ruderi, le Lapidi, simboli antichi e moderni come l’Aquila, la Svastica, la Falce e Martello, obelischi, statue Lupe Romane, spigionare l’energia sufficiente per affrontare l’avventura pittorica". Sono quei frammenti capitolini che presenterà nella mostra alla Galleria Arco d’Alibert ad ottobre del 1964, mentre a marzo espone con Bignardi, Festa, Fioroni, Kounellis, Lombardo, Mambor e Tacchi alla Galleria La Tartaruga di Roma.
A giugno del 1964, è per la prima volta alla XXXII Biennale Internazionale d’Arte di Venezia.
Ad aprile 1965 è tra i protagonisti della mostra Una generazione alla Galleria Odyssia  di Roma; in autunno espone quasi contemporaneamente in due personali- alla Galerie J a Parigi e alla Galleria Zero di Verona, alla IX Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma e nella mostra L’art actuel en Italie: semaines italiennes al Casino Municipal di Cannes. 
Nella seconda metà degli anni 60 si dedica al simbolismo legato all'imperialismo americano, lo dimostrano la personale dal titolo Half Dollar, che Angeli inaugura all’Arco d’Alibert a Roma nel gennaio 1966 e le partecipazioni alle mostre Artisti italiani d’oggi a Bucarest, Aspetti dell’arte italiana contemporanea alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e Moderne Kunst aus Italien a Dortmund. A ottobre inaugura America America (Half Dollar) alla Galleria dell’Ariete a Milano, presentando delle grandi aquile dorate velate sui toni del blu, del bianco e del rosso. Lo stesso titolo è usato per la personale allo Studio d’arte Arco d’Alibert a Roma inaugurata nel marzo 1967; ad aprile partecipa alla collettiva 8 pittori romani alla Galleria de’ Foscherari di Bologna e a giugno alla mostra Undici artisti italiani degli anni Sessanta nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto. A settembre del 1967 partecipa alla IX Biennale di San Paolo del Brasile.

Nel gennaio 1969 è per la prima volta negli Stati Uniti, dove esporrà nella collettiva Italian Art Show: Franco Angeli, Cesare Tacchi, Tano Festa and Lorri Whiting, allestita tra ottobre e novembre alla Contemporary Arts Gallery, Loeb Student Center di New York.Nel frattempo in Italia espone in una personale alla Galleria dell’Ariete (a gennaio) e nella collettiva Anno ’60 alla Galleria Christian Stein di Torino (ad aprile).

Nel 1978 partecipa alla Biennale di Venezia curata da Achille Bonito Oliva. 


Collezioni museali

Le opere di Franco Angeli sono Attualmente nelle collezioni circa venti musei, tra cui: MACRO - Museo d'arte Contemporanea di Roma; Fondazione Arnaldo Pomodoro; GNAM - Galleria nazionale d'arte moderna e contemporanea di Roma; MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna; MART di Rovereto; Galleria Civica di Torino.

 

Condividi su i social:
Opere dell'Autore
Orizzonte
On sale
PREZZO SU RICHIESTA
Opere dell'Autore
Orizzonte
On sale
PREZZO SU RICHIESTA