Yandex.Metrika counter
Stefano Arienti | Biografia e Opere d'Arte in Vendita

Stefano Arienti | Biografia e Opere d'Arte in Vendita

Arienti Stefano

( Italy , 1961 )
Vedi opere

Arienti Stefano

( Italy , 1961 )
Vedi opere

Opere disponibili di Arienti Stefano

Cupoletta, 2005
On sale
PREZZO SU RICHIESTA

Opere disponibili di Arienti Stefano

Cupoletta, 2005
On sale
PREZZO SU RICHIESTA

Biografia, principali esposizioni e musei


Cenni Biografici

STEFANO ARIENTI nasce ad Asola, provincia di Mantova, nel 1961. Vive e lavora a Milano.
Dopo la laurea in Agraria a Milano, Stefano Arienti si avvicina al mondo artistico frequentando la Brown Boveri, fabbrica abbandonata nel quartiere di Isola a Milano, che diventa luogo di incontro e sperimentazione per i giovani artisti.
Fin dall'inizio la sua vocazione artistica è rivolta verso la rielaborazione e trasformazione di immagini ed oggetti di uso comune.Manipolando materiali poveri e di uso comune - tra i quali: la carta, i libri, le immagini di cartoline, poster, fotocopie, plastica o stoffa -  che trasforma attraverso intuizioni personali e processi sempre nuovi, che spesso rendono l'opera irriconoscibile da come era l'oggetto in origine. Opere che stupiscono lo spettatore e lo invitano a riflettere e ne stimolano anche l'interazione.
Molto importante per la maturazione artistica di Stefano Arienti, è l'incontro con Corrado Levi, gli fa apprezzare il lavoro degli artisti  influenzati dall'Arte Povera. Tra tutti Alighiero Boetti, per il quale ci sono delle citazioni anche nei suoi lavori. HA avuto una forte influenza anche Tony Cragg con il suo modo di riutilizzo dei rifiuti. Lo stesso Levi, nel 1986, lo fa esporre nel suo studio, li Arienti presenta i lavori su diversi materiali, quali: sacchetti di plastica tagliati come "Alghe e una serie di sculture di carta, le cosidette "Turbine".


Principali esposizioni

Tra le numerose mostre alle quali ha partecipato Stefano Arienti, si possono citare la Biennale di Venezia (Aperto 1990, 1993); Biennale di Istanbul (1992); Cocido y Crudo, Museo Reina Sofia, Madrid (1994); XII Quadriennale di Roma, 1996 (primo premio); Fatto in Italia, Centre d'Art Contemporain, Ginevra; ICA, Londra (1997); Biennale di Gwangju (2008).

Tra le personali più recenti: MAXXI, Roma (2004); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino (2005); Isabella Stewart Gardner Museum, Boston (2007); Fondazione Querini Stampalia, Venezia (2008); MAMbo (con Cesare Pietroiusti, 2008); Palazzo Ducale, Mantova (2009); Museion, Bolzano (con Massimo Bartolini, 2011).


Collezioni museali

Le opere di Stefano Arienti si trovano attualmente nelle seguenti collezioni: Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, a Torino; MUSEION, di Bolzano; MART, di Rovereto; Galleria d'Arte Moderna, di Bologna; Isola Art Center, Milano; FRAC des Pays de la Loire, Carquefou.

Condividi su i social: