Nato Frascà | Biografia e Opere d'Arte in Vendita con Prezzi e Quotazioni

Nato Frascà | Biografia e Opere d'Arte in Vendita con Prezzi e Quotazioni

Frasca' Nato

( Italy , 1931 - 2006 )
Vedi opere

Frasca' Nato

( Italy , 1931 - 2006 )
Vedi opere

Opere disponibili di Frasca' Nato

Suggestioni alla Elsi, 1962
On sale
3000.00 €

Opere disponibili di Frasca' Nato

Suggestioni alla Elsi, 1962
On sale
3000.00 €

Biografia, principali esposizioni e musei


Cenni biografici

NATO FRASCA' Roma 1931 - 2006.
Compiuti gli studi classici, si iscrive alla Facoltà di Architettura che lascerà dopo tre anni per dedicarsi completamente alla pittura nel 1950. Nel 1955 vince la borsa di studio del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e frequenta contemporaneamente l’Università delle Scienze Sociali Pro Deo (oggi LUISS). Nel 1961 vince la borsa del Governo Francese per un artista italiano e si trasferisce a Parigi dove frequenterà i corsi di incisione dell’Atelier 17 di W. S. Hayter, entrando in contatto, fra gli altri, con Giacometti, Magnelli, Fautrier, Hartung, César, Arman e Calder.
Nel 1962 rientra a Roma, Nel 1964 è tra i fondatori e firmatari del manifesto del Gruppo Uno, insieme a Gastone Biggi, Nicola Garrino e Giuseppe Uncini.
Ha compiuto la sua attività artistica come pittore, scultore, architetto, designer, regista, scenografo, docente, definendosi un «ricercatore artistico multimediale».
Il suo lavoro ha attratto le attenzioni dei critici e gli studiosi più attenti, da Palma Bucarelli a Franco Sossi, da Giulio Carlo Argan a Eugenio Battiti, che hanno analizzato direttamente il suo operato.


Principali esposizioni

Autore di una lunga ed intensa ricerca artistica, dalla scultura al cinema d’autore, sin dagli Anni Cinquanta.
Durante la sua carriera ha insegnato all’Accademia di Belle Arti di Carrara e partecipato a mostre e biennali in tutto il mondo.
A partire dagli anni 60 artecipò a mostre in tutta Europa con i gli altri artisti del movimento Gruppo 1. Nel 1965 partecipò alla 9° Quadriennale nazionale d’arte di Roma e nel 1966 alla Biennale di Venezia con la sala dedicata Gruppo Uno. 
Nel 1971 vince il premio di scultura alla Biennale Internazionale del Mediterraneo di Alessandria d'Egitto.
Viene invitato ad esporre nuovamente, nel 1973, alla 10° Quadriennale di Roma
Tra il 1974 e il 1975 propone le sue ricerche in viaggi in Germania ed in Olanda, ed espone allo Stedelijk Museum di Amsterdam.
Nel 1976 partecipa alla Biennale di Venezia, per la seconda volta.
Negli anni successivi partecipa a varie mostre istituzionali, come quella del 1985 al Castello di Rivoli e nle 2013 "1963 e dintorni" alle Gallerie d'Italia di Milano.


Musei

Le opere di Nato Frascà sono nelle collezioni di numerosi musei italiani, tra cui: Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce, a Genova; Museo della Scultura Contemporanea (MUSMA), di Matera.

Condividi su i social: