Yandex.Metrika counter
Bengt Lindstrom | Biografia e Storiche Opere in Vendita

Bengt Lindstrom | Biografia e Storiche Opere in Vendita

Lindstrom Bengt

( Sweden , 1925 - 2008 )
Vedi opere

Lindstrom Bengt

( Sweden , 1925 - 2008 )
Vedi opere

Opere disponibili di Lindstrom Bengt

Fête Animale, 1964
On sale
PREZZO SU RICHIESTA

Opere disponibili di Lindstrom Bengt

Fête Animale, 1964
On sale
PREZZO SU RICHIESTA

Biografia, principali esposizioni e musei


Biografia

BENGT LINDSTRÖM è nato il 3 settembre 1925 a Storsjökapell, in Svezia. E' stato uno dei grandi espressionisti del secondo Novecento europeo. Ha incontrato tutti i grandi artisti del dopoguerra - Alechinsky, Appel, Corneille, Dubuffet e molti altri, ma ha aderito al suo stile pittorico.

Dopo essersi diplomato, dal 1944 al 1946, segue dei corsi d'arte a Stoccolma, Copenaghen e a Chicago. Nel 1948 si trasferisce a Parigi, dove studia con i pittori francesi André Lhote e Fernand Léger. Lindström è stato influenzato dai dipinti dell'artista COBRA Karel Appel.

Negli anni 50 a Parigi, approfondisce il lavoro litografico e crea le sue prime tele, ritratti ed autoritratti figurativi. Si lega con Bogart, Marfaing, Maryan e Pouget, piu' tardi con Asger Jorn che esercitera' una sicura influenza sul suo lavoro. 
Sempre in quegli anni inizia una collaborazione con Galerie Ariel, Parigi. 
L’artista svedese partecipa a numerose esposizioni collettive in Francia ed all’estero. Lo stile di Lindstrom si precisa gradatamente alla fine degli anni '50: l'utilizzo di grandi secchi di colori puri, l’artista esegue delle opere densamente materiche, scolpisce quasi nella pittura. 

Nell’arco di svariati anni il pittore svedese realizza paesaggi ispirati dai ricordi della natura rude della Svezia del nord, dei personaggi delle mitologie scandinava e lappone,
Nel 1997 inaugura il Centre for Contemporary Art di Midlanda, in Svezia, che ospita la collezione della Fondazione Bengt e Michèle Lindström, una collezione che comprende tutte le opere incise, circa 800 opere e una selezione di dipinti, sculture.
Nel 2005, per i suoi 80 anni il film "Lindström - Il diavolo del colore e della forma" è mostrato al Centro culturale svedese di Parigi e presentato in DVD. Nel frattempo, la collezione della Fondazione Michèle e Bengt Lindström viene trasferita in donazione al Länsmuseet i Västernorrland, a Härnösand, in Svezia.
Nel 2008 dopo una lunga malattia, che dal 2003 non gli permetteva più di dipingere, Bengt Lindström muore nella sua casa svedese il 29 gennaio.


Principali esposizioni

Durante la sua carriera artistica Lindstrom è stato protagonista di oltre 150 mostre nel mondo. 
Nel 1954 a Stoccolma presenta la sua prima mostra personale, poi espone con il gruppo La Nouvelle Figuration alla Galerie Mathias Feld. A queste, seguiranno oltre 70 tra Parigi, Roma, Milano, Bruxelles, Washington, Lisbona, Copenhagen e Barcellona.
Nel ’62 partecipa alla seconda esposizione della Nuova Figurazione che si tiene a Parigi; due anni più tardi espone con il gruppo Nord-Sud.
E' autore di svariate opere pubbliche in Svezia, collabora con la Volvo, Scania, Swatch. Negli anni '80 Lindstrom realizza delle piccole sculture che poi dipinge. Negli anni ’90 soggiorna lungamente a Milano, esponendo presso la galleria San Carlo e a Roma presso la galleria L’Indicatore. Nel 1995, realizza la scultura monumentale Y posta all'ingresso dell'aeroporto di Midlanda-Sundsvall.


Musei

Attualmente le opere di Bengt Lindstrom, sono in collezione permanente nei principali musei al mondo, tra cui: Tate Gallery, Londra, Regno Unito; Museo Ludvig, Coblenza, Germania; Stedelijk Museum voor Actuele Kunst (S.M.A.K.), Belgio; Museo Edmonton, Canada; Museo di Seoul, Corea del Sud; Museo d'Arte Moderna della Louisiana, Humleback, Danimarca; Randez Konstmuseum, Aalborg, Danimarca; Centre Pompidou, Parigi, Francia; Museo d'arte moderna della città di Parigi, Francia; Ca'la Ghironda, Italia; Museo di arte moderna, Alicante, Spagna; Museo Ciudad Cuantheimol, Messico; Museo Budva, Montenegro; Osten Museum of Drawing, Macedonia; Bildmuseet, Umea, Svezia; Zorn Museum, Svezia; Malmo Museum, Svezia; Moderna Museet, Stoccolma, Svezia; Museo Forel, Morges, Svizzera; Carnegie Institut, Pittsburgh, Stati Uniti.

Condividi su i social: