Yandex.Metrika counter
Gastone Novelli | Biografia e Opere in Vendita su 091 Art Project

Gastone Novelli | Biografia e Opere in Vendita su 091 Art Project

Novelli Gastone

( Italy , 1925 - 1968 )

Novelli Gastone

( Italy , 1925 - 1968 )

Gastone Novelli


BIOGRAFIA, PRINCIPALI ESPOSIZIONI, MUSEI E QUOTAZIONI DELLE OPERE DI GASTONE NOVELLI


Biografia di Gastone Novelli

Gastone Novelli nasce nel 1925 a Vienna da Margherita Mayer von Ketschendorf e Ivan Novelli. Nel 1943, a soli diciott’anni, partecipa alla Resistenza, viene arrestato, incarcerato e torturato. Condannato a morte, la pena viene commutata in carcere a vita grazie all’intervento della madre e viene liberato all’ingresso delle truppe alleate a Roma il 4 giugno 1944. 

Nel 1945 si trasferisce a Firenze dove si laurea in Scienze Politiche e Sociali. Nel 1948 compie il suo primo viaggio in Brasile, dove ha inizio la sua attività di artista. Ci ritorna dal 1950 al 1954, spostando la sua ricerca pittorica nell'ambito dell'astrazione geometrica anche attraverso la conoscenza di Max Bill e la rivelazione dell’opera di Paul Klee. Inoltre si dedica alla produzione di ceramiche, alla realizzazione di allestimenti e all’insegnamento. 
Nel 1955 si stabilisce a Roma e si inserisce rapidamente nell'ambiente culturale della città. Conosce Achille Perilli, con cui inizierà un'amicizia che durerà molti anni. In quel periodo Novelli sperimenta diverse tecniche, come la pittura a spruzzo, già utilizzata da Cagli, e la fotografia diretta, già utilizzata in Italia da Luigi Veronesi e da Bruno Munari.
Nel 1956 Corrado Cagli presenta la sua prima monografia. Il 1957 per Novelli è un anno fondamentale: compie molti viaggi a Parigi, dove incontra Tristan Tzara, André Masson, Man Ray e Hans Arp; fonda, con Achille Perilli, la rivista "L'esperienza moderna", che uscirà in cinque numeri fino al 1959. Conosce Afro, di cui diviene assistente dal 1959 al Liceo Artistico di via Ripetta, e Cy Twombly. A partire dagli anni Sessanta incontra e frequenta Samuel Beckett, Georges Bataille, Pierre Klossowski, René de Solier e avvia una stretta amicizia con Claude Simon, Premio Nobel per la Letteratura nel 1985, che scriverà uno dei suoi ultimi libri, Le Jardin des Plantes (1997), sul rapporto di profondo scambio intellettuale e creativo con l’artista. Negli anni Sessanta la ricerca pittorica avanza verso un superamento dell'informale in chiave di segno e scrittura. Inizia a collaborare con gli scrittori della neo-avanguardia italiana, con i quali condivide la medesima tensione verso la sperimentazione linguistica.
Nel 1962 progetta e pubblica l’Antologia del possibile e nel 1964 è tra i fondatori della rivista “Grammatica”.
Nel 1963 acquista a Saturnia un terreno dove costruisce una casa, che diviene luogo di incontro di amici scrittori e artisti, fra cui Pietro Consagra, Alfredo Giuliani, Giorgio Manganelli, Gianni Novak, Elio Pagliarani, Toti Scialoja, Giulio Turcato
In ottobre è a Milano dove inizia l’insegnamento all’Accademia di Belle Arti di Brera. Muore il 22 dicembre per un collasso postoperatorio.


Principali esposizioni di Gastone Novelli

Nel corso della breve, ma importante carriera, Gastone Novelli è stato protagonista di oltre trecento esposizioni internazionali.
La sua prima personale è del 1950 al Teatro Sistina di Roma, dove espone una serie di dipinti riconducibili a una matrice espressionista. All’inaugurazione era presente Enrico Prampolini, fondatore dell’Art Club.
Nei primi anni 50, si trasferisce in Brasile, dove è invitato a partecipare a alle prime due edizioni della Biennale di San Paolo, nel 1951 e nel 1953. Sempre nel 1953, il Museu de Arte de São Paulo, gli dedica una mostra personale.
Nella seconda metà degli anni Cinquanta, torna a Roma ed espone alla galleria La Salita nel 1957 e nel 1958.
Negli anni Sessanta, Gastone Novelli viaggia molto, in Francia, negli Stati Uniti, in Grecia, in Turchia e sue esposizioni personali vengono allestite sia in Italia che all'estero.
Nel 1961 alla Metropolitan Art Gallery, partecipa alla VI Biennale di Tokyo.
Nel 1963, partecipa nuovamente alla Biennale di San Paolo nella sezione italiana organizzata dalla Biennale di Venezia.
Nel 1964, è invitato alla XXXII Biennale di Venezia, con una sala personale. Presentato da Nello Ponente, ottiene il premio Gollin.  E’ la Biennale in cui trionfa l’arte americana, e durante la quale fa incontri importanti, in primis Robert Rauschenberg.
Nel 1965 La Galerie Thomas di Monaco e la Alan Gallery di New York ospitano sue personali. 
Nel 1967 il Museo di La Chaux-de-Fonds, la Galleria Semiha Huber di Zurigo e la Galerie Espace di Amsterdam gli dedicano delle esposizioni personali. È presente inoltre a importanti mostre collettive fra cui l’esposizione Recent Italian Painting and Sculpture al Jewish Museum di New York.
Nel 1968 viene invitato alla XXXIV Biennale di Venezia con una sala personale, ma per protesta contro l’intervento della polizia all’interno dei Giardini si rifiuta di esporre le sue opere rovesciandole contro le pareti.
Dopo la sua morte, sono numerose le mostre in cui i suoi lavori saranno esposte, sia nelle gallerie che nei più importanti e prestigiosi musei al mondo.
Infatti, nel 1972, il Museum of Modern Art (MoMA), a New York, dedica all'artista l'importante retrospettiva Gastone Novelli, a cura di K. McShine. Non sarà l'unica, perchè nel 1990 alla The Murray and Isabella Rayburn Foundation, si tiene la mostra "Gastone Novelli. Opere 1957-1968".
Anche in Italia le mostre istituzionali non mancano, nel 1988 alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna, si tiene la mostra "Gastone Novelli (1925-1968)".
Nel 1992 a Venezia, la Peggy Guggenheim Collection, "Omaggio a Gastone Novelli".
Da ricordare anche la retrospettiva del 1998 alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna, "L'Oriente rosso. Gastone Novelli alla Biennale del Sessantotto", mostra che vide protagoniste le opere occultate da Novelli nella discussa edizione della Biennale di Venezia.


Gastone Novelli | Mercato, Quotazioni e Battute d'asta

 

Le opere di Gastone Novelli, anche a causa della prematura scomparsa dell'artista, sono molto rare.

Nelle aste il record price è stato stabilito nel 2019, alla Sotheby's di Milano, dall'opera Nel cieco spazio (1964), aggiudicata per 406.000$.
A parte le aggiudicazioni da record, le opere di Gastone Novelli hanno una media di aggiudicazioni che va dai 20.000 ai 30.000 dollari. Sul mercato italiano si investe maggiormente nelle opere di Gastone Novelli, anche quello britannico punta cifre importanti, in minima parte è invece coinvolto il mercato americano. 


Musei

Sono oltre trenta i musei in tutto il mondo che presentano all'interno delle loro collezioni, le opere di Gastone Novelli.

STATI UNITI
- Museum of Modern Art - MoMA, New York
- Roland Gibson Gallery, The State University of New York at Potsdam, Potsdam
- National Gallery of Art, Washington D.C.
- The Univesity of Michigan Museum of Art, Ann Arbor
- Saint Louis University Museum of Art, Saint Louis

ITALIA
- Galleria d'Arte Moderna, Torino
- Galleria Civica d'Arte Moderna, Modena
- Museo d'Arte Moderna e Contemporanea - MUSEON, Bolzano
- Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto - MART, Rovereto
- Collezione Peggy Guggenheim, Venezia
- Fondazione Prada, Milano
- Gallerie d'Italia - Collezioni Intesa San Paolo, Milano
- Museo del Novecento, Milano
- Pinacoteca di Brera, Milano
- Università di Parma - CSAC, Parma
- Museo d'Arte Moderna di Bologna, Bologna
- Collezione Maramotti, Reggio Emilia
- Ca'la Ghironda - Museo d´Arte Classica, Moderna e Contemporanea, Zola Predosa
- Collezione Cozzani - CAMec, La Spezia
- Galleria Civica d'Arte Contemporanea, Termoli
- Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma
- Museo d'Arte Contemporanea di Roma - MACRO, Roma
- Ministero degli Affari Esteri, Roma
- Museo della Scultura Contemporanea - MUSMA, Matera

REGNO UNITO
- British Museum, Londra

BRASILE
- Museu de Arte de Sao Paulo (MASP), San Paolo

GERMANIA
Städtisches Museum Abteiberg, Mönchengladbach
- Kunstsammlungen der Ruhr-Universitat, Bochum

AUSTRIA 
- Neue Galerie Graz am Universalmueum Joanneum, Graz

SVIZZERA
- Musèe des beaux arts, La Chaux-de-Fonds

SPAGNA
- Fondaciò Sunol, Barcellona

LIECHTENSTEIN
- Kunstmuseum Liechtenstein

Condividi su i social: