Yandex.Metrika counter
Jonathan Meese | Biografia e Opere d'Arte in Vendita

Jonathan Meese | Biografia e Opere d'Arte in Vendita

Meese Jonathan

( Japan , 1970 )
Vedi opere

Meese Jonathan

( Japan , 1970 )
Vedi opere

Opere disponibili di Meese Jonathan

Balthysmeese I, 2001
On sale
PREZZO SU RICHIESTA
Libertinage, 2000
On sale
PREZZO SU RICHIESTA

Opere disponibili di Meese Jonathan

Balthysmeese I, 2001
On sale
PREZZO SU RICHIESTA
Libertinage, 2000
On sale
PREZZO SU RICHIESTA

Jonathan Meese


BIOGRAFIA, PRINCIPALI ESPOSIZIONI, MUSEI E QUOTAZIONI DELLE OPERE DI JONATHAN MEESE


Biografia di Jonathan Meese

Jonathan Meese è nato il 23 gennaio 1970 a Tokyo, il figlio di genitori tedeschi-gallesi. Vive e lavoraa Berlino. 
Ha sviluppato un corpus di opere non categorizzabile, che si trova a metà strada tra espressionismo e azionismo, combinando pittura, scultura, installazioni e performance. La sua arte è una miscela di riferimenti storici, leggendari e fantascientifici, evocando figure diverse come Fantômas, il Marchese de Sade, Maldoror e Stalin, che rappresentano tutti diversi aspetti dell'identità dell'artista. Il suo lavoro sposa la "dittatura dell'arte".
Dal 1998, ha richiamato l'attenzione su di sé con installazioni, performance e azioni nella scena artistica.
Audace auto-promotore, ha trovato ben presto, attraverso apparizioni pubbliche provocatorie, l'interesse dei media che velocemente resero popolare il suo nome, anche al di fuori dal mondo dell'arte.
Collabora, tra l'altro, con pittori come Jörg Immendorff, Albert Oehlen e Daniel Richter. Il suo lavoro include il tentativo, spesso aggressivo, di affrontare la mitologia tedesca e "malattia tedesca". Così, si è concentrato anche su Adolf Hitler e ha mostrato ripetutamente e provocatoriamente "saluto nazista".  Il tema della “dittatura dell'arte” permea le opere e i manifesti di Meese nei quali esprime le sue idee in modo aggressivo, anarchico e con grande verve. La grande opera creata per Montblanc “DIE 2 (SÜSSIS) im milchfrischen SCAR- LETTIERBABYLAND de lovely PIE”, una sorta di collage pittorico basato sull'attrice americana Scarlett Johansson, accentuato da foto dell'artista, fa parte di questo approccio. In un'intervista del 2008, Meese ha detto: “La dittatura dell'arte è governata dalle cose, come la luce, il respiro, la gelatina, l'amore o la bellezza totale, come ad esempio Scarlett Johansson."
Nello stesso anno, la rivista economica "Capital" lo inserisce tra i cento più importanti artisti contemporanei. Nel 2008 ha progettato la medaglia per Roland Berger premio dignità umana. 


Principali esposizioni di Jonathan Meese

La Contemporary Fine Arts "CFA" di Berlino, è stata la sua prima galleria.
Alla Biennale di Berlino 1998 Meese ha presentato l'installazione "Ahoi der Angst", un collage di foto e la dedite al Marchese de Sade, soggetto apparso anche nei seguenti lavori.
Dal 1999 è presente, a livello nazionale e internazionale, ha partecipato a più di 700 mostre con le sue installazioni e performance in mostre collettive e personali. Le opere di Jonathan Meese sono costantemente presentate nei maggiori eventi fieristici nel mondo.
Con 150 opere espone alla Deichtorhallen di Amburgo con il titolo "Mama johnny" dal 30 aprile 2006 al 3 settembre 2006. 
Nel 2018 la Pinacoteca di Monaco, gli ha dedicato un'ampia retrospettiva.


Jonathan Meese | Mercato, Quotazioni e Battute d'asta

Le opere di Jonathan Meese sono regolarmente presenti nelle più importanti fiere d'Arte Contemporanea del mondo, come Art Basel (nelle edizioni di Basilea, Hong Kong e Miami), Frieze (Londra), The Armory Show (New York), Fiac(Parigi), TEFAF (Maastricht).
Alcune tra gallerie che trattano e propongono le opere di Jonathan Meese sono tra le più importanti al mondo, che partecipano ogni anno agli eventi d'arte più importanti, come: Galleria Templon (Parigi), David Nolan Gallery (New York City), Sies + Höke (Dusseldorf), Tim Van Laere Gallery (Antwerp) Ovcharenko (ex Regina Gallery) (Mosca).

Jonathan Meese è probabilmente tra i più interessanti artisti contemporanei, considerato tra i primi 100 artisti tedeschi. Le aggiudicazioni d'asta su Artprice, per le opere su tela, sono circa 450.
I lavori di Jonathan Meese più ricercati, sono sicuramente quell dei primi anni del 2000, che nelle misure medie raggiungono prezzi di aggiudicazione sempre molto importanti. Ad esempio, l'ultimo venduto in asta, nel dicembre 2020, "Marshal de Plebs-Odem" (2001) è stato aggiudicato a Monaco nella casa d'aste Ketterer Kunst, alla cifra di quasi €60.000 ($73.000), la misura era 100x80cm.
Il prezzo di aggiudicazione più alto raggiunto da un opera di Jonathan Meese è di $250.000, realizzato dal trittico «Alex de Large in seinem geliebten Mädchenzimmer», lavoro del 2001, venduto da Sotheby's, di New York nel 2006. 
Sono comunque diverse le opere di Meese con aggiudicazioni superiori i 100.000$. Quotazioni da record a parte, le aggiudicazioni per opere di media dimensione (100x70), vanno dai 30.000 ai 45.000 dollari.
Jonathan Meese è un artista, le cui opere vengono vendute in tutto il mondo, tra tutti, il mercato britannico è quello che investe maggiormente sulle sue opere, ma anche su quello europeo con in testa la Germania ed sul mercato americano vengono investite importanti cifre.


Jonathan Meese | Nei musei

Attualmente le opere di Jonathan Meese sono in collezione in più di 30 musei nel mondo:

AUSTRIA
- Thyssen Bornemisza Art Contemporary, Vienna
- Essl Museum - Kunst der Gegenwart, Klosterneuburg
- La Petite Ivy Art Collection, Mühldorf

BELGIO
- IKOB. Museum of Contemporary Art, Eupen
- SMAK, Gent

CANADA
- Art Gallery of Ontario, Toronto

DANIMARCA
- Holstebro Museum, Holstebro
- Louisiana-Museum of Modern Art, Humlebæk
- Statens Museum for Kunst, Copenhagen

FRANCIA
- Centre Pompidou, Parigi
- Musées de Strasbourg, Strasburgo
- Centre national des arts plastiques, Parigi
- CAPC Musée d'art contemporain de Bordeaux
- FRAC - Auvergne, Clermont Ferrand
- Frac Lorraine

GERMANIA
- About Change Collection, Berlino
- Essl Museum, Klosterneuburg
- Kunsthalle Bielefeld, Bielefeld
- Kunsthalle Suedwestfalen, Werdohl
- Collezione Boros, Berlino
- Collezione Falckenberg, Amburgo
- Collezione d'arte contemporanea della Repubblica Federale Tedesca, Bonn
- Collezione Rheingold, Düsseldorf
- Collezione Schaufler, Schauwerk Sindelfingen
- Collezione Goetz, Monaco
- Collezione Hoffmann, Berlino
- Städtisches Kunstmuseum Spendhaus, Reutlingen
- Galerie für Zeitgenössische Kunst (GfZK), Lipsia
- Sammlung Falckenberg, Amburgo
- Städel Museum, Francoforte sul Meno
- SØR Rusche Sammlung Oelde/Berlin, Oelde-Stromberg
- Sammlung Reinking, Amburgo
- Sammlung Boros, Berlino

ISRAELE
- Doron Sebbag Art Collection, Tel Aviv

ITALIA
- Trevi Flash Art Museum, Trevi

GIAPPONE
- Taguchi Art Collection, Tokyo

COREA DEL SUD
- Arario Gallery, Seoul

SPAGNA
- Centro de Artes Visuales Fundacíon Helga de Alevar, Cáceres
- Es Baluard Museo d'Arte Moderno y Contemporaneo de Palma, Palma
- CAC Centro de Arte Contemporáneo Málaga, Málaga

REGNO UNITO
- Saatchi Gallery, Londra
- Zabludowicz Collection London, Londra

STATI UNITI
- Museum of Modern Art (MoMA), New York
- Hudson Valley Center of Art, Peekskill
- Dela Cruz Collection, Miami
- Rubell, Family Collections, New York
- Museum of Contemporary Art, North Miami
- The Margulies Collection, Miami
- Hall Art Foundation, Reading 
- Museum of Art, Rhode Island School of Design, Providence

SVIZZERA
- Bromer Art Collection (BAC), Rogg­wil-Kal­ten­her­berg

SVEZIA
- Magasin III Stockholm Konsthall, Stoccolma

Condividi su i social: