Alviani Getulio

(Italy, 1939 - 2018)
Vedi opere

Alviani Getulio

(Italy, 1939 - 2018)
Vedi opere

GETULIO ALVIANI nasce ad Udine nel 1939, muore il 24 febbraio 2018 a Milano, dopo una lunga malattia.

Alla fine degli anni cinquanta Getulio Alviani realizza le prime "linee luce", superfici metalliche fresate che poi, organizzate e composte modularmente, diverranno "superfici a testura vibratile" che è stata la sua ricerca propedeutica.

Nel 1961 ha una personale alla Mala Galerija di Lubiana seguita nel 1962 da un'altra personale nello spazio della Galerija Suvremene Umjetnosti di Zagabria. Sempre nel 1962 partecipa alla mostra "Arte programmata" organizzata dalla Olivetti a Venezia, Roma e Düsseldorf. Nello stesso anno partecipa alla collettiva "Krit-Punto/2" presso il Palacio de la Virreina a Barcellona, alla collettiva "Anno 62" presso la Galerie 't venster di Rotterdam ed entra a far parte del movimento internazionale Nove Tendencije fondato da Almir Mavignier di cui fanno parte il Groupe de Recherce d'Art Visuelle di Parigi, il Gruppo N di Padova, Enrico Castellani e Piero Manzoni per quanto riguarda l'Italia; questo sodalizio artistico è la punta più avanzata di quella che la critica successiva chiamerà "Arte di ricerca visiva, ottica e cinetica".

In questi anni giovanili lega amicizie con Josef Albers, Anni Albers, Max Bill, Konrad Wachsmann, Hans Richter, Sonia Terk Delaunay, Henryk Berlewi, Pavel Mansouroff, Michel Seuphor e Lucio Fontana.

Nel 1964 espone al Musée des Arts Décoratifs del Museo del Louvre di Parigi alla mostra "Nouvelle Tendance Recherches Continuelles".

Nel 1965 partecipa all'esposizione "The Responsive Eye" al Museum of Modern Art (MoMA) di New York ed esegue i primi progetti di ambienti con pareti speculari. Nello stesso anno espone all'Albright Knox Art Gallery di Buffalo, al Tel Aviv Museum of Art di Tel Aviv e partecipa alla VIII Biennale di San Paolo del Brasile. Nel 1966 espone alla Kunsthalle di Berna e al Museum of Contemporary Art di Nagaoka. Nel 1967 partecipa alla biennale internazionale di arti grafiche a Tokyo, espone allo Institute of Contemporary Art di Boston, al Kunsternes Hus di Oslo, al Musée d'Art et Industrie di Sant-Etienne, al Musée de Beaux Artes di Bruxelles, nella Staditsche Kunsthalle di Düsseldorf, al Gemeentemuseum di L'Aia, al Carnegie Institute di Pittsburgh e al Musée d'Art Contemporain di Montréal. Nel 1968 espone alla Kunsthalle di Colonia e partecipa a Documenta 4 a Kassel. Nel 1969 espone al Palais des Beaux Art di Bruxelles. Nel 1973 partecipa alla X Quadriennale di Roma ed espone al San Francisco Museum of Art di San Francisco.

Durante gli anni settanta Alviani approfondisce e sviluppa con una coerenza sempre più estrema i temi che gli sono congeniali allargando il suo interesse dalle strutture ai problemi cromatici, sino alla visualizzazione di processi chimici e fisici. 

Nel 1976 Getulio Alviani, ottiene la cattedra all'Accademia di belle arti di Carrara che lascerà nel 1981 per andare a dirigere il Museo de Arte Moderno Jesús Soto di Ciudad Bolívar in Venezuelada lui consacrato all'Arte percettiva.

Nel 1964, 1986 e con un ambiente nel 1995 Getulio Alviani espone alla Biennale di Venezia.

Nel 2000 è presente alla mostra collettiva "Open Ends" tenutasi presso il Museum of Modern Art (MoMA) di New York realizzata per evidenziare quanto accaduto nel mondo dell'Arte dal 1960 fino all'inizio del nuovo millennio attraverso l'esposizione di opere realizzate da Artisti che in quell'arco temporale si erano resi protagonisti sullo scenario internazionale.

Nel 2013 Alviani partecipa alla mostra collettiva Dynamo - un siècle de lumière et de mouvement dans l'art 1913-2013, al Grand Palais di Parigi.

Getulio Alviani ha all'attivo più di 200 mostre tra gallerie e musei nel mondo.

Le opere di Getulio Alviani, sono attualmente in collezione in più di 60 musei nel mondo.

musei in italia

  • galleria nazionale d’arte moderna - gnam, roma
  • museo d’arte moderna e contemporanea - mart, rovereto
  • museo del novecento, milano
  • museo d’arte moderna di bologna - mambo, bologna
  • museo magi ’900, pieve di cento, bologna
  • galleria d’arte moderna e contemporanea di bergamo - gamec, bergamo
  • museo sperimentale d’arte contemporanea - muspac, l'aquila
  • galleria d’arte moderna di udine - gamud, udine
  • centro d’arte moderna e contemporanea - camec, la spezia
  • museo arte gallarate - maga, gallarate
  • museo d’arte contemporanea, trevi
  • museo sperimentale d’arte moderna, torino
  • museo rivoltella, trieste
  • museo d’arte contemporanea donnaregina museo madre, napoli
  • fondazione calderara, vacciago di ameno
  • galleria comunale d’arte moderna, cagliari

musei nel mondo

  • moma - museum of modern art, new york, new york, stati uniti d'america
  • albright - knox art gallery, buffalo, new york, stati uniti d'america
  • neuberger museum of art, purchase, new york, stati uniti d'america
  • smithsonian cooper-hewitt national design museum, new york, new york, stati uniti d'america
  • museum of art, columbus, ohio, stati uniti d'america
  • los angeles county museum of art – lacma, los angeles, california, stati uniti d'america
  • miami university art museum, oxford, ohio, stati uniti d'america
  • the janet turner print museum at california state university, chico, california, stati uniti d'america
  • art museum of university of memphis - amum, memphis, tennessee, stati uniti d'america
  • david bermant foundation, santa barbara, california, stati uniti d'america
  • mills college art museum, oakland, california, stati uniti d'america
  • museum of contemporary art sydney, sydney, australia
  • musée d’art contemporain de montréal, montréal, canada
  • carleton university art gallery, ottawa, canada
  • museum of modern and contemporary art rijeka - mmsu, rijeka, croazia
  • museum of contemporary art zagreb, zagreb, croazia
  • kunsten museum of modern art aalborg, aalborg, danimarca
  • daimler contemporary, berlin, germania
  • deutsche bank collection, frankfurt, germania
  • kunstmuseum, düsseldorf, germania
  • leopold hoesch museum, düren, germania
  • kaiser – wilhelm museum, krefeld, germania
  • stadtisches museum schloss morsbroich, leverkusen, germania
  • zkm museum für neue kunst, karlsruhe, germania
  • stadtisches museum gelsenkirchen, gelsenkirchen, germania
  • forum konkrete kunst, erfurt, germania
  • museum folkwang essen, essen, germania
  • museum ritter, waldenbuch, germania
  • stadtisches museum abteiberg, monchengladbach, germania
  • museum gegenstandsfreier kunst, otterndorf, germania
  • modern gallery, làszlò vass collection, veszprém, ungheria
  • kunstmuseum, basel, svizzera
  • museum haus konstruktiv, zürich, svizzera
  • kunstmuseum, berne, svizzera
  • victora & albert museum, london, gran bretagna
  • arts council collection, london, gran bretagna
  • museo de arte moderno jesus soto, ciudad bolivar, venezuela
  • museo de arte contemporáneo de buenos aires, buenos aires, argentina
  • gemeentemuseum, den hag, olanda
  • kroller-muller museum, otterlo, olanda
  • museum mondriaanhuis, amersfoort, olanda
  • museum boymans-van beuningen, rotterdam, olanda
  • musée de l’atheneum, helsinki, finlandia
  • museum of contemporary art, nagaoka, giappone
  • museum des 20, jahrhunderts, wien, austria
  • museum moderner kunst stiftung ludwig, wien, austria
  • museum architecture, wroklaw, polonia
  • muzeum sztuki lodz - ms, lodz, polonia
  • milan dobes museum, wroklaw, polonia
  • museum of contemporary art skopje, skopje, macedonia

Leggi tutto

Condividi su i social:
Opere dell'Autore
Superficie a stesura vibratile, 1972
On sale
PREZZO SU RICHIESTA
Opere dell'Autore
Superficie a stesura vibratile, 1972
On sale
PREZZO SU RICHIESTA