Yandex.Metrika counter
Mimmo Rotella | Biografia e Opere in Vendita

Mimmo Rotella | Biografia e Opere in Vendita

Rotella Mimmo

( Italy , 1918 - 2006 )
Vedi opere

Rotella Mimmo

( Italy , 1918 - 2006 )
Vedi opere

Opere disponibili di Rotella Mimmo

Vue, 1972
On sale
PREZZO SU RICHIESTA
La presa, 1960
On sale
PREZZO SU RICHIESTA
Orazione, 1973
SOLD

Opere disponibili di Rotella Mimmo

Vue, 1972
On sale
PREZZO SU RICHIESTA
La presa, 1960
On sale
PREZZO SU RICHIESTA
Orazione, 1973
SOLD

Biografia, principali esposizioni e musei


Biografia

MIMMO ROTELLA Catanzaro 1918 - Milano 2006. 

Compie gli studi artistici a Napoli e nel 1945 è a Roma e, dopo gli inizi figurativi e le prime sperimentazioni, entra in contatto con gli artisti del Gruppo Forma 1 ed elabora una maniera d'espressione pittorica di matrice neo-geometrica.
 
Nel 1951 vince un borsa di studio, grazie alla quale va a studiare ed esporre in America. 
Al suo ritorno, nel 1953 si stabilisce a Roma ed entra in crisi artistica, dopo una pausa, gli viene l’idea dei manifesti pubblicitari, che ai tempi tappezzavano le città, come forma d’arte, così realizzò i Decollage, vere e proprie affissioni pubblicitarie pubbliche scollate dal loro supporto, e assemblate su tela con pochi interventi di strappi effettuati secondo un criterio volutamente ricercato da Rotella. Contestualmente nascono i “Retro d’affiche”, opere costituite dal retro del collage strappato dalle affissioni.

Il 1960 è un anno importante per Rotella in quanto aderisce alla movimento del "Nouveau Réalisme", teorizzato dal critico francese Pierre Restany. I protagonisti dei Dècollage di Rotella diventano i personaggi più popolari del periodo, dal cinema, alla musica e lo spettacolo. Rotella non si ferma però ai Décollage, sempre negli anni 60 sperimenta la tecnica del riporto fotografico su tela emulsionata "Mec-Art”e la la tecnica dell "Artypos". 
Negli anni '70 Rotella sperimento due nuove tecniche, il Frottage" e l"Effaçage". Tecniche simili, nelle quali Rotella lavora con solventi alla nitro delle immagini tratte dalle riviste. Nei Frottage queste immagini venivano poi trasferire, su un foglio di carta bianco mediante ricalco. Negli Effaçage Rotella l'immagine lavorata dall’artista non viene trasferita, ma essa stessa diventa l’opera. 
.
Gli anni '80 vedono tre nuove sperimentazioni di Rotella, e cioè i "Blanks", le "Sovrapitture" e le "Lamiere". 

Nel 2000, per volontà di Mimmo Rotella, nasce la Fondazione Mimmo Rotella che coadiuva l'artista nell'organizzazione di eventi e preservarne l'opera.


Principali esposizioni

Rotella ha partecipato a mostre e manifestazioni internazionali in tutto il mondo.
La prima personale, con opere astratto-geometriche, è del 1951, alla Galleria Chiurazzi di Roma, esposizione che riscuote poco favore presso la critica. 
Nel 1964 partecipò, con una sala personale, per la prima volta alla Biennale di Venezia e alla Quadriennale di Roma nel 1965
.
Ritornerà alla Biennale di Venezia nel 1978, 1995, 2000 e alla Quadriennale di Roma nel 1973, 1986, 1992, 1999, 2009. E' stato invitato nel 1986 alla seconda Biennale dell'Avana; alla Biennale di Sidney nel 1990 ed altre ancora. 
Ha esposto in musei come il Centre Pompidou, di Parigi; il Guggenheim Museum, di New York; il MoMA, di New York; il Museum of Contemporary Art, di Los Angeles.


Musei

I lavori di Rotella fanno parte delle collezioni di importanti musei in tutto il mondo. Tra cui:

- Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma
- National Gallery of Art, Washington
- The Menil Collection, Houston
- MART, Rovereto
- Los Angeles County Museum of Art, Los Angeles
-  MACRO, Roma
- Museo del Novecento, Milano
- Mumok, Vienna
- Kunsthalle Mannheim, Mannheim
- Centre Georges Pompidou, Parigi
- MAMbo, Bologna
- Tate Modern, Londra
- Museum Ludwig, Colonia
- Sprengel Museum Hannover, Hannover
- Museo Nacional de Bellas Artes, Buenos Aires
- Staatsgalerie Stuttgart, Stoccarda
- The Museum of Modern Art (MoMA), New York
- Museu Coleção Berardo, Lisbona
- Collezione Peggy Guggenheim, Venezia
- MUSEION, Bolzano
- Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce, Genova
- Galleria d'Arte Moderna di Bologna - GAM, Bologna
- MACI Museo Arte Contemporanea, Isernia
- Collezione Maramotti, Reggio Emilia
- Trevi Flash Art Museum, Trevi
- Ca'la Ghironda, Zola Predosa
- Stedelijk Museum voor Actuele Kunst (S.M.A.K.), Gent
- Chelsea Art Museum (CAM), New York 
- The Warehouse, Dallas
- les Abattoirs - FRAC Midi-Pyrénées, Tolosa
- Fondation Cartier pour l'art contemporain, Parigi
- Musee d´Art Moderne et d`Art Contemporain Nice (MAMAC), Nizza
- FRAC - Franche-Comté, Besançon
- FRAC Poitou-Charentes - Angoulême, Angoulême
- aM - Lille Métropole musée d'art moderne, d'art contemporain et d'art brut, Villeneuve d'Ascq
- Musée des Beaux-Arts Mulhouse, Mulhouse
- Gallery of Modern Art (GOMA), Brisbane
- Städtisches Museum Abteiberg, Mönchengladbach
- Museum Villa Haiss, Zell a.H.
- VAF-Stiftung, Francoforte
- Kiasma - Museum of Contemporary Art, Helsinki
- Osten Museum of Drawing, Skopje

Condividi su i social: