Yandex.Metrika counter
Giulio Paolini | Biografia e Opere su 091 Art Project

Giulio Paolini | Biografia e Opere su 091 Art Project

Paolini Giulio

( Italy , 1940 )
Vedi opere

Paolini Giulio

( Italy , 1940 )
Vedi opere

Opere disponibili di Paolini Giulio

Senza titolo, 1973
On sale
PREZZO SU RICHIESTA

Opere disponibili di Paolini Giulio

Senza titolo, 1973
On sale
PREZZO SU RICHIESTA

Cenni biografici, principali esposizioni e musei


Biografia

GIULIO PAOLINI nasce a Genova nel 1940, vive e lavora a Torino.
Tra i principali esponenti italiani dell'Arte Povera (Alberto Burri, Alighiero Boetti, Ugo Nespolo, Piero Gilardi, ecc.) e del movimento d'Arte Concettuale (artisti come Michele Zaza).
Dopo l'infanzia trascorsa a Bergamo, nel 1952 si trasferisce con la famiglia a Torino. Frequenta l'Istituto Tecnico Industriale Statale per le Arti Grafiche e Fotografiche, diplomandosi nel 1959 nella sezione di Grafica. Fin da giovane si interessa all'arte, prima frequentando musei e gallerie e consultando periodici d'arte, poi, verso la fine degli anni cinquanta, sperimentando le prime prove pittoriche. La scoperta della grafica di impronta moderna durante gli studi e la presenza in casa di riviste d'architettura – il fratello maggiore, Cesare (1937-1983), è architetto – contribuiscono a orientarlo ad una linea di ricerca tesa verso l'azzeramento dell'immagine. Nel 1960 realizza la sua opera d'esordio, Disegno geometrico, costituita dalla squadratura a inchiostro della superficie di una tela dipinta a tempera bianca. Questo gesto preliminare di qualsiasi rappresentazione rimarrà il punto di “eterno ritorno” dell'universo di pensiero paoliniano: momento topico e istante originario che rivela l'artista a se stesso, rappresenta il fondamento concettuale di tutto il suo lavoro futuro.


Principali esposizioni

A partire dalla prima personale nel 1964 a Roma, Paolini ha esposto in gallerie e musei di tutto il mondo. La collaborazione con le gallerie d'avanguardia italiane degli anni sessanta e settanta (La Salita, Roma; Galleria Notizie, Torino; Galleria dell'Ariete, Milano; Galleria del Leone, Venezia; La Tartaruga, Roma; L'Attico, Roma; Studio Marconi, Milano; Modern Art Agency, Napoli) è integrata rapidamente dalla regolare presenza in importanti gallerie straniere (dal 1971 Paul Maenz, Colonia; dal 1972 Sonnabend, New York; dal 1973 Annemarie Verna, Zurigo; dal 1976 Yvon Lambert, Parigi; dal 1977 Lisson Gallery, Londra). Dagli anni ottanta, Paolini è rappresentato principalmente dalle gallerie Christian Stein, Milano; Massimo Minini, Brescia; Alfonso Artiaco, Napoli; Yvon Lambert, Parigi e Marian Goodman, New York. Le grandi antologiche nei musei prendono avvio verso la fine degli anni settanta (Istituto di Storia dell'Arte dell'Università di Parma, Parma, 1976; Städtisches Museum, Mönchengladbach, 1977; Mannheimer Kunstverein,Mannheim, 1977; Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes, Napoli, 1978; Stedelijk Museum, Amsterdam/The Museum of Modern Art, Oxford, 1980) per culminare nella seconda metà degli anni ottanta (Le Nouveau Musée, Villeurbanne, 1984, itinerante a Montréal, Vancouver e Charleroi; Staatsgalerie Stuttgart, Stoccarda, 1986; Castello di Rivoli, Rivoli, 1986; Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma, 1988; Galleria Comunale d'Arte Moderna, Villa delle Rose, Bologna, 1990). Tra le personali più recenti si distinguono quelle di Graz (Neue Galerie im Landesmuseum Joanneum, 1998), Torino (Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea, 1999), Verona (Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea Palazzo Forti, 2001), Milano (Fondazione Prada, 2003), Winterthur (Kunstmuseum, 2005) e Münster (Westfälisches Landesmuseum für Kunst und Kulturgeschichte, 2005). Le mostre collettive, innumerevoli a partire dalla partecipazione al Premio Lissone nel 1961, includono le esposizioni legate all'Arte Povera (1967-1971, 1984-85, 1997, 2001-02), le principali rassegne internazionali di arte italiana e numerose tra le più significative mostre dedicate agli sviluppi artistici della seconda metà del XX secolo (a titolo indicativo:Vitalità del negativo, Roma 1970; Contemporanea, Roma 1973; Projekt '74, Colonia 1974; Europe in the Seventies, Chicago e itinerante negli Stati Uniti 1977-78; Westkunst, Colonia 1981; '60-'80: Attitudes/concepts/images, Amsterdam 1982; An International Survey of Recent Painting and Sculpture, New York 1984; The European Iceberg, Toronto 1985; Transformations in Sculpture, New York 1985; Bilderstreit, Colonia 1989; 1965-1975: Reconsidering the Object of Art, Los Angeles 1995; The Last Picture Show: Artists Using Photography, 1960-82, Minneapolis e itinerante 2003-05).
Tra le ultime mostre personali, da ricordare "Le Chef-d’œuvre inconnu", presso il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, che si concluderà a marzo 2021.
Giulio Paolini ha partecipato diverse volte a Documenta di Kassel (1972, 1977, 1982, 1992); alla Biennale di Venezia (1970, 1976, 1978, 1980, 1984, 1986, 1993, 1995, 1997); Quadriennale di Roma (1973,1986, 2009); Biennale di Parigi (1969, 1985); Biennale di Sidney (1979, 2008); Biennale di San Paolo (1987).


Musei

Le opere di Giulio Paolini sono custodite nelle collezioni dei musei di tutto il mondo, tra i quali:

ITALIA
- Museo del Novecento, Milano
- Pinacoteca di Brera, Gabinetto dei Disegni, Milano
- Accademia di Carrara, Bergamo
- Galleria d'Arte Moderna di Bologna - GAM, Bologna
- Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Rivoli
- Centro per la Scultura Contemporanea Torre Martiniana, Cagli
- Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato
- Centro Studi e Archivio della Comunicazione, Universita di Parma
- Collezione Terrae Motus Reggia di Caserta, Caserta
- Galleria d’Arte Moderna Palazzo Forti, Verona
- Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino
- Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea, Torino
- Galleria Comunale d’Arte, Cagliari
- Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea, Roma
- Museo D'Arte Contemporanea Donna Regina (MADRE), Napoli
- Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, Rovereto
- Museo nazionale delle arti del XX1 secolo, Roma
- MUSEION - Museo d’arte moderna et contemporanea, Bolzano
- MUSPAC - Museo Sperimentale d`Arte Contemporanea, L´Aquila
- Castello di Ama, Gaiole in Chianti, Siena

SVIZZERA
- Emmanuel Hoffmann Foundation, Basilea
- Mamco - musée d´art moderne et contemporain, Genevra
- Kunstmuseum Winterthur, Winterthur
- Migros Museum für Gegenwartskunst, Zurigo
- Museo d’arte della Svizzera Italiana, Lugano
- UBS Art Collection, Zurigo

FRANCIA
- Centre Pompidou, Parigi
- Musée d'Art Moderne de la Ville de Paris, Parigi
- FRAC Bourgogne, Dijon
- Fondazione Cartier per l'arte contemporanea, Parigi
- Institut d'art contemporain Villeurbanne/Rhône-Alpes, Villeurbanne
- FRAC Nord-Pas-de-Calais, Dunkerque
- Musée Départemental d'Art Contemporain de Rochechouart, Rochechouart
- Musée de Grenoble, Genoble
- Musée des Beaux-Arts, Nantes
- Musée départemental d’art ancient et contemporain, Epinal
- Palais des Beaux-Arts, Lille

GERMANIA
- Staatsgalerie, Stoccarda
- Städtisches Museum Abteiberg, Mönchengladbalch
- Klassik Stiftung Weimar, Neues Museum, Weimar
- Nationalgalerie, Berlino
- Pinakothek der Moderne, Monaco

REGNO UNITO
- Tate Britain, Londra
- Tate Liverpool, Liverpool

LIECHTENSTEIN
- Kunstmuseum Liechtenstein, Vaduz

PORTOGALLO
- Museo Coleção Berardo, Lisbona

CANADA
- Art Gallery of Ontario, Toronto
- Musée d’art contemporain, Montréal

STATI UNITI
- Museum of Modern Art (MoMA), New York City
- Solomon R. Guggenheim Museum, New York City
- San Francisco Museum of Modern Art, San Francisco
- Walker Art Center, Minneapolis
- National Gallery of Art, Washington D.C
- The Art Institute, Chicago
- Walker Art Center, Minneapolis
- The Warehouse, Dallas

BELGIO
- Stedelijk Museum voor Aktuele Kunst, Gent
- Musée d’Art Moderne, Brussels

OLANDA
- Stedelijk Museum, Amsterdam
- Stedelijk Van Abbemuseum, Eindhoven
- Museum Boijmans Van Beuningen, Rotterdam
- Kröller-Müller Museum, Otterlo

NORVEGIA
- Museet for samtidskunst, Oslo

AUSTRIA
- Museum Moderner Kunst Stiftung Ludwig, Vienna
- Neue Galerie Graz am Landesmuseum, Graz

AUSTRALIA
- National Gallery of Australia, Camberra
- The Art Gallery of New South Wales, Sydney

ISRAELE
- The Israel Museum, Gerusalemme

GIAPPONE
- Toyota Municipal Museum of Art, Toyota

 

Condividi su i social: